About

Sono Erika, bolognese, MammaBis di due meravigliose principesse: Ella e Tessa.

I ghirigori sono il mio angolo privato nato nel 2011 quando sono diventata mamma e i pomeriggi trascorsi in casa hanno avuto una svolta creativa che mi ha salvato dalla routine casalinga alla quale non ero abituata.

Sono una di quelle ragazze che nella loro vita hanno provato l’artigianato casalingo in diverse forme: dalla pittura alla creta (entrambe con scarso risultato!), dalle sculture in pasta sale alla realizzazione di candele fino al lavoro all’uncinetto e alla maglia, e per quest’ultimi devo dire un grosso grazie a mia nonna Edera.

Prima di dar vita a I ghirigori ho conseguito 2 lauree triennali in comunicazione, ho lavorato 6 anni come account pubblicitario, 5 come marketing manager e 4 come consulente, poi non so esattamente cosa sia successo. Per anni ho passato giornate intere seduta dietro un monitor, a definire strategie e pianificare budget e nell’ultimo periodo ho avuto il bisogno di crearmi uno spazio libero dove realizzare qualcosa di materico, con degli orari più idonei ad una famiglia.

I ghirigori nascono con i primi chiama angeli. Quando sono diventata Mamma e in commercio si trovavano solo ciondoli eccessivamente lavorati che non seguivano il mio gusto, ho deciso di importarli direttamente dal Messico, dove nasce la tradizione e da dove li importo tutt’oggi. Mi ricordo ancora quel mix di stupore e gioia che ho provato quando sotto la prima foto che pubblicai su Instagram una ragazza mi chiese il costo! 🙂

Dopo essere diventata MammaBis invece mi sono trovata con una pargoletta che non mi permetteva di indossare nessun tipo di bijoux e una notte navigando in cerca d’ispirazioni ho trovato un’azienda americana che produceva le collane massaggiagengive: una vera scoperta! Era la primavera 2015 e non ne avevo mai sentito parlare, così ne ho importate alcune che ho testato in prima persona e che ho fatto provare alle amiche e dopo molti mesi ho deciso che non ne potevo più fare a meno: dovevo dare la possibilità a tutte le altre mamme di averle!

Poi da mamma di due bimbe, ho trasformato la passione per i bijoux colorati in qualcosa di più discreto ma soprattutto personalizzato che mi permettesse di portare i loro nomi sempre con me; sono nati così i primi braccialetti, le targhette, i braccialettera… tutti nella categoria bijoux personalizzati apparentemente semplici ma molto personali.

Ultima categoria, ma solo per ordine cronologico, è quella dellabbigliamento: una piccola linea di prodotti in cotone biologico e certificati Fair Wear per noi mamme. Per essere sempre comode per giocare con i nostri bimbi, ma con un tocco in più!

Mi piace definirmi come una mamma che crea per le altre mamme perchè tutto quello che vedete pubblicato nello shop è frutto di ricerca ma sopratutto è materiale che ho utilizzato io in prima persona prima di offrirlo a voi.

Il mio punto forte sono le mie clienti, quelle ragazze che a volte sembra che credano nel progetto più di me, che innescano il passaparola, che mi scrivono entusiaste subito dopo aver ricevuto il loro ordine, che mi mandano le loro foto taggandole #ioindossoighirigori e che mi trasmettono un’energia contagiosa.

Il mio lato debole è l’eccessivo entusiasmo che a volte mi fa trascorrere intere nottate alla ricerca di concretizzare nuove idee ambiziose che invece rimangono solo sogni. Ma questo non mi preoccupa, i sogni sono la linfa vitale di questo progetto e sono ciò che mi fa mettere continuamente in discussione per cercare di realizzarli.

Di sogni ne ho tanti ma posso essere sincera: sono fortunata perchè uno di questi si chiama I ghirigori ed è qui, tangibile, e si concretizza ogni giorno grazie ad ognuno di voi.

Per tutto questo vi dico GRAZIE!
Grazie per avermi sostenuto e per essere qui, ora. Ogni vostro suggerimento, commento o sostegno è fondamentale per questa piccola attività che si pone l’obiettivo di creare prodotti sinceri, non omologati e soprattutto fatti con cura ed amore.

Fatemi sapere cosa ne pensate!

Vi aspetto,

Erika

 

(PS: sì, questa che vedete di fianco sono io vista dagli occhi della mia Ella quando aveva 4 anni e no, non si tratta di una caricatura ma qualche tempo fa portavo veramente orecchini grandi come le mie orecchie!)